South East Coast

In due settimane che abbiamo lasciato Sydney, non c’è stato un solo giorno in cui non abbia piovuto. Più a Nord ci dirigiamo, più il clima diventa umido e le piogge assidue e frequenti.
Questo è davvero snervante, prima di tutto perché se piove non possiamo fare praticamente nulla. No spiaggia, no camminate, no escursioni. Niente. Secondo, perché è scomodissimo fare camping con tutto bagnato.
Saltate le Blue Mountains, ci dirigiamo a South West Rocks, precisamente nella spiaggia chiamata North Smoky Beach. Si parcheggia la macchina praticamente vicino ad un faro e poi c’è un sentiero di appena 800 metri per scendere nella spiaggia.

image

North Smoky Beach

È

incredibilmente quasi deserta. Anzi, in realtà ci sono due spiagge, e in quella dove ci siamo fermati noi eravamo solamente Timo ed io, solo ogni tanto qualcuno passava camminando lungo il bagnasciuga. Il tempo ha retto quasi tutto il giorno fortunatamente, ma quando vediamo avvicinarsi minacciosi nuvoloni neri, decidiamo che è ora di cercare il prossimo campeggio dove dormire, dove avremo un incontro ravvicinato con il ragno più grosso che abbia visto sin quando sono arrivato qui in Australia.

image
Faceva da guardia accanto alla porta del bagno. Era grosso quanto la mia mano aperta. Disgustoso.
Il giorno successivo lo passiamo a Coffs Harbour, dove Timo ha incontrato un amico della sua stessa città natale ma a parte un paio d’ore senza pioggia sufficienti per fare un barbecue, il resto della giornata è stato un acquazzone continuo.

   
 Non abbiamo visto granché di questa città.
La meta successiva è la famosa cittadina di Nimbin. Famosa per essere una città hippy, dove sostanzialmente la gente va soprattutto per alcuni mercatini e per procurarsi marijuana. Anche perché non c’è nulla, la strada principale sarà lunga meno di un chilometro fatta di negozietti più o meno tutti uguali.

 

Mercatino Nimbin

 
Si respira odore di canna ovunque, e pare che nessuno si faccia problemi a fumare in pubblico. È davvero un paradosso onestamente. Lo è per lo meno qui in Australia, con tutte le restrizioni e i controlli che hanno. Timo ed io non fumiamo, ma vista la situazione, vogliamo immergerci in quella che è l’atmosfera di Nimbin e riusciamo a procurarci senza nessuna difficoltà un po’ di erba. Dove? Semplicemente in un negozio di souvenir che ci hanno consigliato. Il titolare senza farsi tanti problemi tira fuori un mega pacco di marijuana, bilancia e pesa tutto sul bancone. Tutta questa facilità ci fa capire che probabilmente anche se è illegale, Nimbin è un’eccezione, e il motivo credo che sia solo uno. I soldi. Senza questa nomea, nessuno andrebbe in questa cittadina in mezzo al nulla. Quindi probabilmente hanno trovato un accordo per poter far sopravvivere questa cittadina.
Comunque mamma e papà che leggete, tranquilli ho solo provato una canna, nessun effetto, solo un po’ di mal di stomaco. Non è roba che fa per me! 🙂
L’unica cosa che ho davvero apprezzato di Nimbin è l’ostello in cui siamo rimasti per 3 notti con la nostra tenda. Diciamo che non era proprio un classico ostello. Era completamente immerso nel verde, con alcune grosse tende sparse qua e la con all’interno alcuni letti a castello.
C’era una bella atmosfera rilassata e il mio posto preferito era questo prato con un enorme albero al quale erano appese delle “sedie a dondolo” che si affacciavano sulle colline circostanti.

 

Nimbin ROX YHA Hostel

 
Ho passato delle ore a ciondolarmi su queste sedie, leggendo un libro o semplicemente ammirando il panorama. Verso l’ora del tramonto alcuni wallaby saltellano e si rifocillano di erba (non marijuana!) nei prati circostanti. È stato uno dei momenti più rilassanti che ho avuto qui in Australia.

  
A parte rilassarci in ostello siamo andati ad una cascata chiamata Minyon Falls.

 

Mynion Falls

 
Nell’ostello abbiamo conosciuto un ragazzo tedesco che stava viaggiando da solo e che si è poi unito a noi per alcuni giorni successivi.
Purtroppo non abbiamo fatto molto, causa maltempo, ma abbiamo passato due notti in un campeggio gratis al bordo di un lago artificiale molto bello e rilassante chiamato Wyaralong.

 

Wyralong Lake

  

Wyralong Lake

 
Siamo dunque arrivati a Brisbane dove l’intenzione era di prenderci per tempo per sistemare e vendere la macchina. Per poter vendere la macchina in Queensland è necessario fare un certificato di sicurezza presso un meccanico che attesti che la macchina sia conforme per poter viaggiare ed essere quindi venduta. Prendiamo appuntamento con il meccanico italiano che mi aveva aiutato a risolvere i casini con il mio van, e purtroppo alla fine del controllo non ci ha dato buone notizie. Ci sono da spendere poco più di $1000 per avere il certificato di sicurezza. Tutte e 4 le gomme da cambiare, freni anteriori pastiglie più dischi da sostituire, pastiglie posteriori da sostituire più altre cose minori. Inoltre essendo una macchina GPL necessita un ulteriore controllo di sicurezza che da solo costa intorno ai $100. Insomma, un po’ demoralizzati valutiamo le diverse opzioni e alla fine il meccanico ci fa un’offerta per ritirarci la macchina ad un prezzo irrisorio. Ma alla fine facendo tutti i calcoli Timo ci perderà solo $500 rispetto al prezzo che ha pagato la macchina quando l’ha comprata. Contando che l’aveva comprata per $1000 con ben 6 mesi di REGO (una sorta di assicurazione), e con l’uso che abbiamo fatto della macchina, va bene così. Quindi trovato l’accordo con il meccanico, possiamo tenere la macchina fino all’ultimo prima di partire per l’India. Il che ci permette di viaggiare ancora un pochino e sfruttare i nostri ultimi giorni!

  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...