Next

 
Dopo una “sola” settimana di lavoro nella farm di broccoli, oggi mi sono licenziato. Non avevo davvero la forza di fare 1 solo giorno di più. E’ stata in assoluto la settimana di lavoro più dura di tutta la mia vita. In media 7 ore e mezza nei campi a raccogliere broccoli. Il mio corpo mi ha pregato di smetterla di fargli del male. Altroché 8 ore di Personal Setup all’Apple Store! Dolori acuti un po’ ovunque ma soprattutto ai polsi, alle dita delle mani, alla schiena, al collo e alle gambe. Negli ultimi giorni, nonostante farmaci vari mi svegliavo diverse volte durante la notte per i dolori, soprattutto alle dita delle mani. Ho cercato di tenere duro, ce l’ho messa tutta provando ad aspettare che il mio corpo reagisse, che si abituasse, ma nulla da fare. Ci sono stati dei momenti che credevo di non farcela, di dovermi fermare. Per non parlare dei tagli e delle vesciche alle mani che adesso mi bruciano per fare qualunque cosa e che mi porterò avanti per delle settimane. Nelle ultime ore della giornata erano più i broccoli che lasciavo nel campo di quelli che raccoglievo.

No no, questo tipo di lavoro di raccolta non fa proprio per me.

Qualche giorno fa poi ha piovuto tutto il giorno, e ovviamente abbiamo lavorato senza sosta. E’ stato devastante. Non tanto per la pioggia, che vabbè tanto ti bagni comunque a tagliare i broccoli, ma più che altro la fatica ad ogni passo dove lo stivale affondava nel fango. Uno sforzo immane per estrarlo. E contate che non ci si ferma mai, perché il trattore avanza.

Così questa mattina, sveglia alle 5, mi sono presentato dicendo che lasciavo il lavoro per i motivi che vi ho appena descritto. Stranamente, la reazione dello stronzo del mio boss, non è stata negativa. Anzi, è stato comprensivo, mi ha detto che se stavo così male non dovevo continuare, che non è un lavoro per tutti, qualcuno è portato a fare sforzi fisici e qualcuno no. Così mi ha stretto la mano and “Good Luck”.

I miei colleghi, mi hanno guardato andare via con immensa invidia. E ci credo! Oggi gli hanno detto che nei prossimi giorni lavoreranno una media di 10 ore al giorno! Quindi ok, sono tanti soldi, ma onestamente per me è più importante la salute fisica e quindi super felice di aver lasciato.

A breve dovrei ricevere lo stipendio, circa $800 netti.. almeno non ho lavorato per niente.

Il lato positivo di questa esperienza sono state sicuramente le albe che ho visto al mattino. Un freddo boia, anche -1° C, dei colori bellissimi in mezzo a queste colline rigogliose e finally una mattina ho visto il mio primo Wallaby vivo che saltellava nel nostro campo. E’ stato bellissimo, emozionante.

Ieri che avevo il giorno off ho rivisto il ragazzo tedesco della settimana scorsa. E’ passato a prendermi in campeggio e siamo andati su per una montagna, 30Km di strada sterrata in mezzo alla foresta. Pensavamo di esserci persi, non avevamo nessun segnale cellulare e neanche GPS talmente era folta la vegetazione e invece alla fine siamo arrivati nel posto giusto. Un punto panoramico chiamato appunto Gus Beutel lookout. Un vento freddo che portava via, ma una vista mozzafiato sulle colline circostanti.

  
Finalmente un po’ di avventura in Australia.

Abbiamo fatto picnic lì e ci siamo rilassati sul prato appena dietro la collina per essere riparati dal vento.

Quindi si conclude così la mia esperienza in farm per ora, domani finalmente lascio Gatton e il francese e torno a Brisbane per qualche giorno, il tempo di sistemare alcune cose e poi ho già un altro piano, ma per il momento non dico nulla finché non sono certo.

Per me non è facile, ma questo tipo di esperienza in Australia, mi porta a cambiare piani in continuazione. Non hai mai idea di cosa succederà domani. Quasi sicuramente se hai un piano, non verrà rispettato. Onestamente non sono molto a mio agio con questa sensazione di insicurezza continua, ma cerco di vivermela comunque al meglio. Magari mi aiuterà in futuro a vivere in modo più rilassato anche quelle situazioni in cui tutto cambia in modo veloce e ogni cosa non è pianificata.

E’ esperienza anche questa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...