Gatton

Eccomi a Gatton da 3 giorni.

Giovedì mattina dopo aver fatto le ultime spese per il viaggio siamo partiti da Brisbane e in poco più di 1 ora eravamo arrivati.

Per prima cosa siamo andati all’ufficio informazioni dove abbiamo trovato qualche guida utile per le farm. Siamo subito partiti a cercare un paio di farm che ci eravamo segnati ma al momento non cercavano.

Erano già le 4pm passate e quindi dopo quell’ora tutti gli uffici delle farm chiudono quindi siamo andati a cercare un posto dove dormire.

Grazie alla fantastica App WikiCamps, al costo di $7.49 abbiamo trovato quello che faceva al caso nostro. Apro una piccola parentesi. Questa App è davvero utile perché fornisce un sacco di informazioni in merito ai campeggi o parcheggi dove si può sostare con il van, ci sono le recensioni, i prezzi, i servizi che si trovano in loco, come docce, toilets, ecc. E’ molto utile anche perché prima di partire si può fare il download di una determinata zona in modo tale che anche se non hai internet puoi consultarla off line.

Comunque, detto questo, abbiamo scelto il Tenthill Caravan Park a circa 12 Km da Gatton.

In pratica è un campeggio dove puoi stare con il tuo van, con la tenda, oppure affittare un bungalow.

Tutti fieri del nostro van la prima notte la passiamo nel van per $10 senza corrente elettrica. Oltre ad essere estremamente scomodo per le borse, letto, e utensili vari, la cosa peggiore è stato il freddo. Siamo letteralmente morti dal freddo. Qui è quasi inverno, di giorno le temperature sono intorno ai 23-25° C, ma di notte le temperature scendono parecchio anche sotto i 10°. Nonostante il sacco a pelo bello spesso abbiamo patito tantissimo, quindi ieri abbiamo deciso di affittare un bungalow per soli $75 a settimana a testa cioè circa 50€. Non è il massimo ovviamente, ma abbiamo una camera con due letti separati e un armadio, la cucina con piastre elettriche, mega frigo e freezer, forno, microonde, tavolo sedie e tv. Insomma non ci manca nulla per la vita che dobbiamo fare qui. In ogni caso abbiamo dovuto comprare una stufetta elettrica perché la sera e al mattino fra freddo. In 5 minuti l’ambiente si scalda e siamo a posto.

Tornando al discorso farm, ieri ci siamo svegliati non proprio prestissimo, intorno alle 7.30 e siamo andati di farm in farm a bussare e chiedere se avevano da lavorare.

La maggior parte dei farmer ci hanno detto che in realtà si rivolgono ai contractor e quindi non assumono direttamente loro. Altri invece ci hanno detto di tornare in altri mesi che al momento erano a posto con il personale.

Allora chi sono i contractor? Sono degli omini che fanno da tramite tra farm e lavoratori. Come delle agenzie interinali, ma non sono agenzie sono singole persone. Funziona così. Tu chiami i contractor, gli chiedi di trovarti un lavoro e se hanno qualcosa ti propongono per il giorno seguente di farti trovare da qualche parte. Se invece non hanno nulla disponibile ti mettono in lista. Quindi questi contractor hanno degli accordi con le farm che quando hanno bisogno magari gli chiedono di recuperare 20 lavoratori e allora ti richiamano. Ci sono diverse opinioni in merito ai contractor. Alcune positive alcune decisamente negative. Bisogna capire chi è onesto e chi no. Ovviamente i contractor si prendono una quota del tuo guadagno, quindi bisogna valutare bene. Al momento abbiamo recuperato una ventina di numeri di telefono di contractor, di cui 5-6 buoni e consigliabili ma ancora non li abbiamo contattati.

Giovedì sera mentre cercavo info utili su Gatton tramite internet e i vari gruppi su Facebook ho contatto una serie di persone fra i quali un italiano che lavora qui da 6 mesi, così ci ha consigliato di andare a chiedere nella farm nella quale lavora, che a detta sua, è la migliore in merito alle condizioni lavorative e alla paga.

Così ieri pomeriggio abbiamo parlato con un certo Troy e dopo qualche scambio di domande ci dice di presentarci lunedì alle 9 del mattino pronti per lavorare.

Non sappiamo esattamente dove ci butteranno. Potremmo fare picking o packing, ma molto presumibilmente faremo picking, cioè la raccolta, perché il packing è quasi solo affidato agli asiatici per il loro instancabile e velocissimo modo di lavorare. Sono delle macchine da guerra.

Al momento per questa farm si raccolgono pumpkin e broccoli.

Quindi al momento abbiamo una possibilità per questa farm, speriamo di cavarcela e di farci assumere. La paga è di $20.75 l’ora, e in media si lavora 10 ore al giorno, 6 giorni alla settimana. Facendo un veloce calcolo potremmo guadagnare $1.245 a settimana, contando le tasse circa $1.120, cioè $4.480 al mese, in euro 3.140.

Sarebbe ottimo, contanto anche che l’alloggio nel campeggio ci costa la metà di qualsiasi altro alloggio.

Questo mi permetterebbe di mettere un po’ di soldi da parte per poter viaggiare finite le farm.

Staremo a vedere come andranno le cose e se riuscirò a lavorare la terra per così tante ore.

Oggi è sabato, abbiamo ancora fatto un po’ di giri di farm ma senza esito positivo. Domani sono quasi tutte chiuse quindi niente ricerca. Se lunedì non dovesse andare bene allora ci daremo dentro con i contractor visto che la maggior parte delle farm si appoggia a loro.

Comunque in generale ci dicono tutti che qualche lavoro nel giro di 1 settimana/10 giorni salta fuori. Gatton è uno dei pochi posti dove c’è raccolto 12 mesi l’anno e ci sono davvero tantissime farm immense. Fare le farm in questa stagione qui è un’ottima idea per il clima, perché già il lavoro è duro di per sé sotto il sole, figuriamoci d’estate con temperature fra i 40-45° C. Inoltre qui d’inverno piove pochissimo il che significa non perdere giorni di lavoro.

C’è una cosa super positiva che voglio condividere. I farmer, almeno fino al momento, sono stati tutti molto gentili e disponibili dandoci anche molte informazioni utili.

Gatton invece è piccolina ma conta comunque 8.000 abitanti e c’è tutto. Vi dico solo che ci sono ben 2 Mc Donald’s, Subway, KFC, Coles, Target e una serie di altri shop. Insomma speriamo di trovare lavoro qui perché potremmo vivere tranquillamente nel campeggio in aperta campagna dove il telefono prende a stento, ma a 15 minuti dalla cittadina dove abbiamo tutti i servizi. Poi nel campeggio ci sono altri gruppi di ragazzi un po’ da tutta Europa, italiani compresi. Speriamo di fare un po’ di relaziono sociali!

Il proprio mezzo di trasporto comunque, almeno qui a Gatton è essenziale. Non dico il van che forse alla fine manco userò come tale, ma almeno una macchina se no sei tagliato fuori.

Vi lascio con una foto del tramonto di ieri dalla farm dove dovremmo iniziare lunedì e sotto con la vista che ho in questo momento davanti al mio bungalow nel campeggio.

Prossimo aggiornamento previsto per lunedì, buon week end!IMG_0056 IMG_0057

Annunci

One thought on “Gatton

  1. Mattia ha detto:

    Forza amico non mollare. Sarà dura, durissima, ma pensa che ogni unità raccolta è un granello di questa tua fantastica avventura. SEE U SOON. Sei grande Andrè

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...