Fregato alla grande

Per farla breve…

Ho comprato un van e mi sono fatto fregare alla grande. Un po’ per colpa mia perché purtroppo già in Italia non è che sia molto semplice comprare un mezzo usato, figuriamoci qui che ho difficoltà con la lingua. In più devo cavarmela da solo, senza l’aiuto di nessuno. Questo non è per giustificarmi, però l’insieme di queste cose più aggiungiamoci un po’ di mia disinformazione e un po’ di stronzaggine di chi me l’ha venduto ed ecco il risultato. Ho comprato un van che ho poi solo scoperto dopo essere registrato nello stato del Victoria e che non posso registrare nel Queensland finché non faccio un certificato di sicurezza per dimostrare che sia idoneo a circolare. Inoltre chi me l’ha venduto non l’ha mai registrato a suo nome, quindi di fatto è registrato ancora al proprietario precedente, che era un backpacker tedesco che chissà in quale parte del mondo si trova adesso. Inutile dirvi che ovviamente i due francesi se la sono già data a gambe e hanno lasciato l’Australia (sempre se è vero). Comunque, oggi sono andato a portare il van dal meccanico per il certificato di sicurezza e mi hanno chiesto più di $2.000 per sistemarlo perché hanno trovato un milione di cose che non vanno. Senza contare le altre spese per la registrazione e per l’assicurazione.

Contando che io l’ho pagato 3.500$, andrei a pagarlo il doppio. I soldi iniziano a scarseggiare. Non posso permettermelo. E poi non ha davvero senso spendere tutti questi soldi per quel van. Quindi ora che fare? Onestamente non lo so…

Il problema è che sistemarlo a questa cifra non se ne parla, venderlo neanche perché non posso… Ora cercherò un altro meccanico. Se no credo di poter dire di aver buttato nel cesso $3.500 che sarebbero 2.400€, che tanto che vuoi che siano… Visto che sto lavorando così tanto.

Insomma, il mio livello di umore è ai minimi storici da quando sono arrivato in Australia. Non me ne sta andando bene una. Non sto riuscendo in niente.

Avevo anche trovato un compagno di viaggio, un ragazzo francese tramite Gumtree. Anche lui vuole partire per le farm 3 mesi e poi farsi il viaggio fino a Sydney dove avrei intenzione di fermarmi per la stagione estiva, quindi intorno a Ottobre.

Ora però non so come andrà finire. Dovevamo partire domenica ma adesso siamo senza mezzo e fra l’altro martedì devo lasciare la casa. Quindi quasi sicuramente martedì conto di lasciare Brisbane ad ogni modo. Località raggiungibili con i mezzi quali bus e treni comunque ce ne sono e quando rientrerò di tutti i soldi smerdati magari per il viaggio farm-Sydney si affitta un van e zero paranoie. L’unica paura è di finire in qualche farm sperduta in cui senza macchina sei isolato.

Comunque speriamo che il ragazzo francese voglia ancora partire con me, che da solo onestamente, con l’umore che ho adesso… Uhm… Sarebbe davvero dura.

Vabbè ragazzi che vi devo dire… Non sono molto in vena di scrivere. Speriamo che le cose prendano una piega diversa con le farm.

Un saluto a tutti e grazie a tutti quelli che dall’Italia mi danno supporto.

Vi lascio leggere questo articolo in risposta alle polemiche che sono saltate fuori qualche giorno fa in merito allo schiavismo nelle farm Australiane…

http://espresso.repubblica.it/attualita/2015/05/15/news/noi-schiavi-italiani-in-australia-ecco-come-funziona-davvero-qui-1.212880?ref=fbpr

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...