Byron Bay

IMG_0018

Chiedo scusa ai circa 3 milioni di lettori che ogni giorno seguono il mio blog, ma è qualche giorno che non scrivo, perché come vi avevo anticipato ho passato l’intero weekend fuori Brisbane e non ho avuto tempo.

La scuola che sto frequentando organizza alcune escursioni o gite a prezzi più o meno ragionevoli. Così con i miei amici abbiamo deciso di prendere il pacchetto per andare a Byron Bay, una famosa località di mare, prettamente turistica, e famosa anche per la vicinanza con Nimbin, la città degli hippies. Il pacchetto includeva per 189$ 2 notti in ostello, 2 cene, 2 ingressi nei due famosi night club con consumazione inclusa.

Quindi venerdì subito dopo scuola il bus ci carica e si parte. Facciamo una fermata a Gold Coast a caricare altri ragazzi e dopo circa 3 ore e mezza causa traffico, finalmente arriviamo a Byron Bay, che si trova nello stato di New South Wales, e in questo Stato cambia l’ora, quindi bisogna aggiungere 1 ora al proprio orologio.

Fortunatamente in ostello ci danno una camera da 4 giusta giusta per noi, in un bungalow in condivisione con altri ragazzi.
Ostello super pulito, vi dico solo che il bagno era mille volte più pulito di quello dove vivo attualmente nella mia homestay a Brisbane.

Abbiamo giusto il tempo di lasciare gli zaini in camera e poi subito a cenare nel night club Cheeky Monkeys. Locale molto carino, più simile a un pub che non ad un night club. Comunque il tempo di finire di mangiare che la festa stava già iniziando. Ho immediatamente capito che la serata era di quelle ignoranti. Se siete di Torino, il paragone è con la serata Cutre.
Iniziano giochi stupidi con alcuni clienti del locale della serie “avete 20 secondi per recuperare un reggiseno per vincere una consumazione”. Ma questo è nulla… Nella seconda parte della serata c’era un altro gioco, tipo Miss Maglietta Bagnata. 6-7 vacconi scrupolosamente selezionati salgono sul palco in mutandine, maglietta bianca mezza strappata, e ovviamente senza reggiseno. Quindi il vocalist prima di iniziare il gioco spiega che è assolutamente vietato fare foto o video, e una marea di buttafuori controllavano la situazione. Nessuno si è osato a usare il telefono. Comunque lo scopo del gioco era far salire sul palco le prescelte una alla volta, bagnarle con delle pistole ad acqua, e darle 1 minuto per fare le super vacche con qualche canzone da showgirls. Il risultato? 8 ragazze poco più che 20enni senza un minimo di dignità, ma proprio nessuna. Vi giuro che ero imbarazzato per loro. Ma a quanto pare ero uno dei pochi a non apprezzare l’indecente spettacolo.. A parte questo, la serata è andata bene, buona musica e come già avevo visto la settimana scorsa in un altro locale, anche quì gli Australiani amano davvero divertirsi, coinvolgendo chiunque. Un gruppo di ragazzi ci ha forzatamente invitato a raggiungerli in pista a ballare perché ci vedeva in disparte ad osservare. Lo scopo è: divertiamoci tutti insieme, amici e non. È ancora difficile come concetto per me, ma mi piace.
Comunque finiamo la serata abbastanza presto e torniamo in ostello cotti.

L’indomani ci svegliamo e purtroppo scopriamo che stava piovendo. Maledizione!

Le previsioni davano pioggia per tutto il weekend, che culo!

Fortunatamente la pioggia cessa e il tempo sembra leggermente migliorare ma in ogni caso non da andare in spiaggia. Così mi aggrego al gruppo degli altri studenti e insieme all’accompagnatore facciamo una lunga camminata fino al famoso faro di Byron Bay, e fino al punto più a est dell’Australia, Cape Byron. La passeggiata è bellissima perché è molto varia. Si passa in mezzo alla foresta, lungo la costa, lungo la spiaggia.

IMG_0019

Il clima è molto umido e la foresta è molto folta e verde, le spiagge hanno sabbia bianca e fine, davvero molto belle. Mentre eravamo a Cape Byron abbiamo visto diversi branchi di delfini (si dice branchi?) che saltavano allegri, è stato molto emozionante!

Arrivati in cima alla collina dove è situato il faro, la vista è a 360°. Consiglio vivamente di andarci anche perché non ci sono molte altre cose da fare a Byron Bay a parte mare, surf, immersioni, snorkeling.

IMG_0020

Lungo la strada guardate chi ho incontrato?

IMG_0021

Rientrati in città abbiamo mangiato in una fantastica Burgheria di pollo chiamata Beloporto. Il menu includeva un mega panino, patatine e bibita a soli 10,90$ con la qualità dei prodotti artigianali. Super consigliato!

Nel pomeriggio il tempo ha tenuto un pochino così siamo andati in spiaggia e ho fatto un bagno veloce nella spiaggia principale di Byron Bay, ma giusto per dire che ho fatto il bagno lì perché faceva troppo freddo. Tempo 10 minuti ha iniziato a piovere di nuovo.

Alla sera abbiamo fatto un mega BBQ nell’ostello, all you can eat, quindi mi sono divorato tutta la carne che ho potuto. Il bere non era incluso, così prima del BBQ, David ed io andiamo al negozio di alcolici per comprare delle birre per la compagnia. E quì accade il fattaccio… Strada facendo incontriamo due ragazzi del gruppo e scambiando due parole si propongono di comprare il box da 24 bottiglie di birra da dividerci con altre persone, il che sarebbe stato molto conveniente. Quindi entriamo tutti insieme, scegliamo la birra, ci facciamo dare i soldi dai due ragazzi e li salutiamo nel momento in cui arriviamo in cassa perché dovevano fare ancora un paio di commissioni in giro. Il commesso però ha visto che eravamo tutti insieme, così al momento del pagamento ha chiesto il documento dei due ragazzi che però non avevano dietro. Morale della favola, non ci voleva vendere la birra anche se David ed io avevamo il passaporto. E il commesso ci ha fatto anche presente che ormai aveva visto che eravamo noi 4 insieme e quindi se 10 minuti dopo fossimo tornati solo David ed io non ce l’avrebbe venduta lo stesso perché sapeva che eravamo insieme a 2 ragazzi senza documento. Subito mi è sembrato assurdo, però mi sono messo nella posizione del commesso e in effetti non si scherza quì. Se lo beccano rischia una multa salatissima, e i controlli a quanto pare sono molto frequenti, quindi le regole sono chiare e tonde e vanno rispettate. Alla fine, i due ragazzi sono stati costretti a tornare in ostello a prendere il loro documento e siamo riusciti a comprare la nostra maledetta birra.

Dopo il BBQ serata in un altro locale chiamato Woody’s Surf Shack, all’ingresso ovviamente controllo di passaporto con tanto di telecamera collegata ad un computer puntata in faccia. Sembrava di essere in aeroporto.

Locale accogliente e carino, bella musica e bella gente. Se qualcuno è troppo alticcio, anche se non sta facendo alcunché, viene allontanato per precauzione dal locale.

Tutte queste cose possono sembrare esagerate, e in alcuni casi assurde per la realtà che ho sempre vissuto nei locali in Italia e in generale nel mondo, ma onestamente preferisco tutti questi controlli perché alla fine disordini, risse, o teste di cazzo non ne ho ancora viste. Vai in un locale per divertirti con gli amici, non per rischiare di far rissa con l’ubriacone di turno o il prepotente che spintona chiunque per farsi spazio a ballare.

Anche in questo locale ogni pretesto è stato buono per attaccare bottone con uno sconosciuto. In coda per entrare due ragazze si sono messe a chiacchierare con noi. Al bar un ragazzo si è messo a chiacchierare con me mentre aspettavamo di essere serviti. Una volta preso il cocktail, tanti saluti e buona serata. Tutto questo mi sembra assurdo, perché le volte che ho provato ad attaccare bottone con qualcuno in un locale in Italia sono sempre stato guardato storto, tutti che pensano male o che per carità di Dio non parliamo al di fuori della cerchia di amici. Se attacchi bottone sei uno sfigato. Sono veramente felice di non sentirmi più un alieno e di essermi tolto da quella situazione di claustrofobia che vivevo ogni giorno in Italia.

Domenica comunque ho ripetuto il programma del giorno prima e ho accompagnato David e Marco a fare il giro del faro e di Cape Byron perché loro il giorno prima sono andati a fare immersione in mezzo agli squali! Peccato solo che rientrando si sia messo a piovere fortissimo così ci siamo completamente lavati.

IMG_0022

Alla sera siamo rientrati a Brisbane, anche quì pioveva forte quando siamo arrivati. Dopo cena però ha smesso e insieme a tutti i ragazzi che vivono nella mia homestay siamo andati nel quartiere West End per bere una birra in segno di saluto al ragazzo svizzero che oggi ha lasciato la casa.

Ma parliamo di cose serie adesso…

Quì procede tutto bene, davvero. L’unica cosa che inizio a patire è la lingua. Vorrei poter già parlare in modo fluente con tutti e non ci riesco, mi sento sempre rincoglionito. Mi manca sempre la parola che voglio dire e grazie a Dio che ho il traduttore sull’iPhone sempre a portata di mano.

Dopo due settimane a scuola però mi sono reso conto che il livello 5 è troppo per me. Nel senso che le lezioni le riesco a seguire, quello che spiegano lo capisco, il problema è tutto il background che gli altri miei compagni sanno e io no. Quindi ho parlato con il mio professore e con il direttore della scuola e mi sono fatto spostare al livello 4. Vediamo se così va meglio, anche perché ho solo più che due settimane e spero di imparare qualcosa di molto più utile per il mio attuale livello di Inglese.

Comunque obiettivi della settimana:

  • meno cazzeggio dopo scuola
  • preparare il curriculum
  • iniziare a battere tutto il mio quartiere New Farm distribuendo il CV in tutti i bar e ristoranti
  • questione casa, forse ci sono delle novità, forse una soluzione diversa da quella accennata precedentemente
  • sostenere on line l’esame RSA
  • richiedere la Adult Proof of Age Card (18+ card) per non girare con il Passaporto

Ah, finalmente è arrivata la mia carta di debito MasterCard dalla banca Australiana Commonwealth! Fighissimo! Peccato non ci siano ancora soldi sopra ahahah! Però ufficialmente sono operativo con il conto in banca Australiano.

Per ora è tutto! Stay tuned!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...